Close
  • Driving Range m. 100×220 con target a diverse distanze
  • Pitching green con bunker di pratica attiguo
  • Putting green 9 buche
  • Sala didattica con videoproiettore

9 buche, par 35, disegnate attorno a tre laghetti alimentati da sorgenti naturali, costituiscono un percorso molto tecnico, oltre che divertente, che può mettere in difficoltà anche i giocatori più esperti.

Ha acqua in gioco sul 90% delle buche, offre green veloci, ben difesi e non eccessivamente grandi. Chi si impegna a giocare il par del campo ha bisogno di concentrazione e precisione nei colpi. Chi cerca l’esaltazione del birdie deve assicurarsi una buona dose di coraggio. Il percorso prevalentemente pianeggiante non impone eccessiva fatica ai giocatori.

La sua posizione geografica garantisce la possibilità di giocare tutti i mesi dell’anno.

Dati tecnici:

PAR C.R. Slope C.R. Slope
70 69,5 126 70,7 127

BUCA 1

Par 5 con leggero dog leg a destra ed un fosso che attraversa la pista a circa 240 metri dal tee.

Possiamo affrontare questa buca in due modi: giocare un legno 3, o un ibrido verso il lato sx del fairway evitando il bunker situato sul lato opposto ad una distanza di circa 200 metri dal tee, se si vuole avere la possibilità di aggredire la buca e provare a raggiungere il green con il secondo colpo, oppure giocare un ferro prima del bunker, un ferro medio come secondo colpo e raggiungere il green con un pitching wedge.

Il green è leggermente in salita ed è protetto da un grande bunker sul lato dx.

BUCA 2

Par 3 corto con green piccolo e pianeggiante protetto da due bunker sul lato sinistro e sul lato frontale dx.

Possiamo giocare un pitching wedge se non si è ancora alzata la brezza da mare, che potrebbe anche costringerci a tirare un ferro 9.

BUCA 3

Par 4 con dog leg a 90° a sx , fuori limite su tutto il lato dx della buca ed lago su tutto il lato sx.

E’ sicuramente la buca più difficile del percorso (hcp 1). 

Possiamo giocare un drive o un legno 3 facendo attenzione a tenere la palla ben dritta evitando i due bunker sulla zona di atterraggio del colpo sul lato sx, subito a ridosso del lago. Avremo un ferro medio lungo come secondo colpo al green, che è su tre livelli ed ha l’ingresso protetto ai lati da due bunker.

BUCA 4

Par 3 di 151 metri, con green piccolo e leggermente rialzato, protetto a sx da un bunker, ha un ostacolo d’acqua che si estende dal battitore fino a circa 40 meri dal green.

Ferro 7, o 6 in base alla pin position ed alla intensità del vento.

BUCA 5

Par 4 corto con il lago su quasi tutta la lunghezza del suo lato dx ed un ostacolo laterale lungo tutto il lago sx.

Legno 3 dal tee per lasciarci un comodo pitching wedge al green di secondo colpo. Il green è protetto da un bunkersul lato dx.

BUCA 6

Par 5 con leggero dog leg a dx con ostacolo d’acqua sul lato dx e fuori limite su tutto il lato sx. Due fossi attraversano il fairway : il primo a circa 185 metri dal tee, il secondo a 70 metri dal green.

Giocando un drive in centro sx si può provare ad attaccare con un legno 3 il green con il secondo colpo, altrimenti posiamo giocare un ferro come secondo colpo davanti al fosso per poi raggiungere comodamente il green con un pitching wedge con il terzo colpo.

BUCA 7

Par 4 molto lungo, con ostacolo d’acqua sul lato dx e fuori limite su tutto il lato sx della buca.

Drive dal tee e scelta del secondo colpo in funzione del vento che spesso investe questa buca. Green piccolo e leggermente rialzato con due bunker che ne proteggono l’ingresso.

BUCA 8

Par 4 corto con fuori limite a dx e ostacolo laterale su tutto il alto sx.

Il green è protetto sul lato sx e frontalmente da un lago. Legno 3 e sand iron per questa buca.

BUCA 9

Par 3 di 167 metri tutti in salita, il green è su due livelli e ed è protetto da un bunker semicircolare.

Ferro 6, o ferro 4 in base alla pin position ed all’intensità del vento che generalmente spira contro il tee.